Bonus digitale, bando per digitalizzazione destinato a micro imprese e PMI

Bonus digitale, bando per digitalizzazione destinato a micro imprese e PMI

2000 1000 2okkmj

Hardware, software, telelavoro, banda larga, e-commerce, ma anche formazione professionale nell’Ict ed efficienza aziendale. Con un voucher fino a 10mila euro a copertura del 50% dell’investimento, il ministero dello Sviluppo economico va ora in soccorso delle piccole e medie imprese nei processi di digitalizzazione e di flessibilità nel lavoro.

Sul tavolo ci sono 100 milioni di euro del Pon 2014-2020 che con il decreto direttoriale 24 ottobre dello Sviluppo economico sono stati ripartiti su base regionale. Premiate le micro, piccole e medie imprese in possesso del rating di legalità: a queste sarà destinata una riserva speciale del 5% dei fondi disponibili. Il provvedimento descrive le modalità di accesso ai finanziamenti, prevedendo una piattaforma online dedicata sul sito del Mise che accenderà i motori il 15 gennaio: le domande potranno essere compilate per essere inviate a partire dal 30 gennaio (ore 10) e fino al 9 febbraio prossimo (ore 17).

Non si tratta però di un «clic day» perché tutte le domande presentate dalle imprese nei termini stabiliti saranno considerate ai fini del finanziamento: le risorse in prima battuta saranno vincolate alla ripartizione regionale e in caso di eccedenze “dirottate” sulle regioni – e quindi sulle imprese – della stessa macroarea.

Grazie al Bonus digitale, le micro imprese e PMI possono accedere ai contributi per:

  • Avviare strategie di digital marketing;
  • Creare o aggiornare siti e ecommerce;
  • Creare e integrare CRM e gestionali;
  • Altre necessità legate al digitale.

Voucher digitalizzazione 2017 PMI: bonus imprese

voucher digitalizzazione 2017 PMI fino a 10.000 euro sono un’iniziativa introdotta dal decreto destinazione Italia, al fine di favorire la digitalizzazione delle micro e piccole e medie imprese.

Il beneficio, consiste in un contributo economico, dato sotto forma di voucher di importo non superiore a 10.000,00 euro, da utilizzare per aumentare o per adottare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.
Per poter procedere, alla domanda dei voucher imprese da 10 mila euro le PMI dovranno attendere l’emanazione del provvedimento direttoriale da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che fisserà le modalità, termini, apertura per la presentazione delle domande, oltreché i requisiti e i moduli per accedere al beneficio, dal momento che la misura massima prevista del bonus è complessivamente di 100 milioni di euro.

A quasi due anni dall’entrata in vigore dell’incentivo con il decreto Destinazione Italia, ma fino adesso mai utilizzato a causa della mancata approvazione da parte di Bruxelles del PON Imprese e Competitività 2014-2020, ovvero, l’approvazione ad utilizzare le risorse economiche previste dalla Legge di conversione, pare che la misura dei voucher digitalizzazione PMI 2017 potrebbe partire da gennaio, dato che il MEF renderà operativo lo sportello per le domande, solo ad inizio anno.

 

Chi può presentare domanda la MISE? Requisiti PMI:

 Le imprese e le aziende che possono fare domanda del Voucher da 10.000 euro sono:

a) Micro, piccola o media impresa (MPMI) indipendentemente dalla loro forma giuridica, nonché dal regime contabile adottato.

La domanda voucher digitalizzazione 2017, può essere presentata, presumibilmente da gennaio 2017 in poi, inizialmente solo per le micro imprese e PMI residenti nelle 8 Regioni del Mezzogiorno, per cui Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Per le imprese del Centro-Nord si attende ancora la conferma.

b) Non essere imprese la cui attività sia riconducibili a settori di produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura.
c) Avere sede legale e/o unità locale attiva in Italia (per ora solo nelle 8 regioni del Mezzogiorno) ed essere iscritte al Registro delle imprese.
d) Non essere sottoposte a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo ecc.
e) Non essere beneficiarie di altri contributi statali per l’acquisto e servizi concessi dal voucher.
f) Non essere soggette ad un ordine di recupero dichiarato dalla Commissione Europea per aiuti illegali.

Per le micro imprese e PMI interessate a digitalizzare l’azienda, Applikando propone soluzioni digitali aziendali a 360 gradi ed insieme ai suoi partner, si occupa anche di facilitare l’accesso delle aziende clienti a bandi e finanziamenti agevolati regionali e nazionali.

Un nostro Digital Specialist è a disposizione gratuitamente per individuare e approfondire le possibili strategie per incrementare il business e rispondere a domande e curiosità riguardo il bando e i contributi per i progetti digitali per micro imprese e PMI.

Leave a Reply

I nostri recapiti – Uffici Milano

Orari di lavoro : da Lunedì al Venerdì
09:00 – 19:00
Indirizzo : via Enrico Forlanini 23, Milano (MI)
Telefono : +39 02 8718 9523